logo gnubik

Grecia, borse nel caos. Atene chiude tutta la settimana

29 giugno 2015

Annunciata chiusura delle banche e della Borsa fino a domenica; torna a salire lo spread

L’affaire “Grexit” mette in subbuglio i mercati di tutto il mondo: il referendum greco, programmato per il prossimo 5 luglio, ha già creato scompiglio sia all’eurozona che alle borse extraeuropee. Spread torna a salire. Crisi delle borse asiatiche.

Come creare un precedente. Il referendum programmato per l’inizio del prossimo mese si configurerà ovviamente come espressione dell’opinione greca sulla volontà (o meno) di rimanere in Europa o di cambiarne radicalmente il volto; prima di arrivare a quella data, bisognerà una settimana infuocata, in cui il mercato globale noterà la Grecia solo per la sua assenza: infatti sia le banche che la borsa elleniche rimarranno chiuse fino a domenica. Nessuna conferma da fonti governative (al momento), ma chiari segnali in questo senso arrivano già dalla giornate di oggi, dove la notizia del giorno in ambito economico consiste nella non apertura di Atene.

Ritorna il panico da spread. Torna a crescere il differenziale tra BTP e Bund tedeschi: si era attestato a 123 punti con la chiusura delle borse di venerdì; stamane è schizzato a 196, per poi stabilizzarsi sui 164 punti. A ricordarci come il problema dello spread non è solo nostro, anche quello degli spagnoli torna alto: 182 punti.

Borse asiatiche knock-out. La vicenda greca sta avendo ripercussioni sulla finanza di tutto il mondo. Ma dove veramente si avverte la crisi delle borse è nell’ambito del mercato asiatico. Oggi, molte di esse  chiuderanno molto probabilmente in perdita: da Tokio a Sidney, passando per Seul, Taipei e Singapore, le principali piazze orientali guardano già con negatività alla prossima settimana di borsa. Da questa parte del mondo, l’osservato speciale è stranamente la Cina: Shangai, nelle ultime due settimane, aveva registrato una perdita costante, fino alla chiusura record con la cessione del 7%.

Fiato sospeso per quanto accadrà in Grecia da qui a domenica, mentre l’affare greco continua a tenere sotto scacco le borse in attesa di un referendum che ad ogni modo avrà le sue ripercussioni politiche ed economiche.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili