logo gnubik

Effetto Trump sulla borsa mondiale

5 gennaio 2017

Con la vittoria alle politiche Americane di Donald Trumo possiamo dire che nelle ultime settimane di scambi in borsa, è stata creata una vera e propria ondata di volatilità in totale stile Brexit. Questo effetto moltissimi esperti lo avevano temuto e purtroppo si è avverato. Possiamo però dire che l'evento politico di questo fine d''anno ha avuro davveri un importante impatto sui mercati mondiali con un aumento della capitalizzazione di circa 100 miliardi di dollari, in precisione sono 94,7 miliardi. Se si volesse fare una sintesi netta sulla reazione dei mercati dopo la vittoria di Donald Trump potremmo dire che c'è stata una fuga delle obbligazioni, ed è stato investito maggiore denaro sulle azioni. Tutto questo forse può essere attribuito a ciò che Trump ha dichiarato durante la sua campagna elettorale in merito allo stimo fiscale. Forse proprio l'impennata delle aspettative di inflazione ha portato moltissimi investitori a cambiare il loro portafoglio dal reddito fisso alle azioni. Infatti proprio grazie ad un generale rialzo dei tassi sul mercato delle obbligazioni le azioni hanno avuto un enorme impennata di prezzi. In particolare possiamo dire che a Wall Street si sono registrati i massimi storici sull'indice Dow Jones. Infatti dopo le prime tre sedute del dopo voto si sono registrati rialzi per circa 341 miliardi di dollari in capitalizzazione. 

Borsa | Donald Trump

In realtà possiamo dire che i prezzi delle azioni non sono stati generalizzati ma sono andati solo a premiare o anche a penalizzare alcuni settori in base all'orientamento della nuova amministrazione americana. Ovviamente come era ipotizzabile tra i premiati ci sono tutti i comparti minerari. Tutti i titoli che riguardano il rame hanno raggiunto un aumento del 15% dopo le elezioni, l'acciaio 14,3 per cento. In merito a tutti questi rialzi anche le quote della DryShip un azienda nautica che trasporta materiali ferrosi sono aumentate del 203 per cento, davvero un enormità. Ovviamente la ragione di tutti questi rialzi è abbastanza chiara in quanto il mercato adesso si aspetta un boom di commesse in questi settori grazie al rilancio delle infrastrutturale che Trump ha annunciato. Quindi per lo stesso motivo possiamo trovare in rialzo anche i settori che riguardano l'edilizia con il 10 per cento in più. Anche l'industria del carbone ha avuto un rialzo del 9 per cento, anche se in questo caso possiamo dire che è un incremento nella media. Il nuovo inquilino della casa bianca, Donald Trump fa sperare milioni di americani nel togliere alcune regole che riguardano banche e assicurazioni. Quindi se le cose andranno per il verso giusto non ci saranno ulteriori regole che riguarderanno questi due settori.

Anche il settore finanziario che in Europa come negli Stati Uniti ha visto adottare dalle amministrazioni la politica del tasso zero per diminuire i tassi potrebbe vedere un aumento con spiragli per il futuro che rialzeranno il costo del denaro. Sui mercati dei cambi si può attendere una volatilità che durerà per parecchi mesi prima di ritornare a livelli normali. Tali effentti non sono dovuti all'effetto Trump, ma anche alla instabilià che aleggia in eurozona, in cui la crisi del governo Renzi ha contribuito ad alimentare. Per cercare di difendersi da questa stabilità, una buona soluzione potrebbe essere l'uso dei portafogli virtuali per effettuare delle prove sulle proprie stategie come ad esempio  il 24option demo ( dimostrativo ).

Quindi non è un caso che l'indice del settore financial ha subito solo dopo tre sedute un rialzo dell'otto per cento. Ovviamente nonostante tutti i buoni propositi di Trump potrebbe esserci un rallentamento per quanto riguarda il settore del commercio globale. In questo momento uno dei settori che potrebbe essere davvero molto penalizzato è quello automobilistico ma anche quello tecnologico. Quindi come possiamo vedere la vittoria del candidato repubblicano Donald Trump ha avuto i suoi effetti sul mercato mondiale, ma ovviamente ci sono effetti positivi e negativi. Nonostante tutto questo gli americano sono abbastanza fiduciosi nella politica che vuole adottare Trump, come le misure protezioniste contro la Cina e gli accordi commerciali con le nazioni che il nuove presidente ritiene siano strategici. Con buona possibilità, il tanto atteso trattato commerciale tra USA e Europa, con la nuova presidenza non avrà vita facile.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili