logo gnubik

Economia: giovedì la decisione sui tassi della FED

14 settembre 2015

La Federal Reserve sta per comunicare la sua decisione

La Federal Reserve, la Banca Centrale degli Stati Uniti, comunicherà giovedì 17 settembre la sua decisione in merito alla variazione dei tassi di interesse, i quali sono invariati dal 2006 e non sono mai stati sottoposti ad un rialzo per sconfiggere la recessione e per supportare in modo attivo la crescita economica. Il mercato statunitense sta attualmente mostrando segni di positività, grazie ad un mercato del lavoro stabile e ad un'economia in linea con gli obiettivi prefissati dalla politica economica, quindi i tassi potrebbero essere passivi di un rialzo, almeno secondo gli esperti del settore.

D'altro canto si profila però una situazione internazionale non certamente serena, viste le turbolenti condizioni delle borse europee registrate nei mesi estivi, la costante lentezza del sistema economico europeo e anche la situazione di sofferenza finanziaria dei paesi emergenti, tutti fattori che potrebbero portare alla decisione di lasciare invariati i tassi.


Anche la Banca Mondiale richiede cautela, soprattutto in visione della politica economica degli Stati emergenti, mercati in cui gli investitori hanno scelto di depositare molti capitali visti i buoni tassi di rendimento. Uno 'strozzamento' della politica monetaria potrebbe infatti registrare la difficoltà per questi assetti economici, e quindi portare alla conseguente fuga dei capitali, con crollo delle economie interessate.


All'interno della banca c'è chi insiste per effettuare un rialzo che ha già un prezzo stimato e i maggiori organismi di stampa economica e di ricerche di mercato danno per scontato che ciò avvenga, come si legge dall'ultimo report stilato dal Wall Street Journal. Il giornale economico ha infatti indetto un sondaggio, secondo il quale il 46% delle persone intervistate ha asserito di aspettarsi una 'stretta' nel mese di settembre e il 9,5% prevede un rialzo del costo del denaro stimato per il mese di ottobre. Giovedì la Federal Reserve comunicherà quindi la sua decisione al mondo, e tutti potranno comprendere le inclinazioni che lo Stato 'traino', ovvero gli Stati Uniti d'America, desiderano dare ai mercati internazionali.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili