logo gnubik

Coldiretti segnala aumento di giovani agricoltori

Coldiretti annuncia segnali estremamente confortanti per quanto riguarda l'occupazione in settori agricoli, con il 35% di crescita su base annua per gli under 34

Ancora buone notizie dal fronte occupazione che continuano a seguire dati eclatanti su una speranzosa ripresa economica italiana. Stavolta a parlarne è Coldiretti che dichiara un aumento record del 35% di giovani agricoltori rispetto all'anno precedente. Interesse di Coldiretti è la fascia d'età compresa tra i 18 e i 34 anni, quella nella quale, appunto, si registra il maggior tasso di crescita per quanto riguarda l'occupazione.

I nuovi giovani operatori agricoli sono oltre 70000 e rappresentano il settore occupazionale con maggiore crescita. Sebbene anche gli altri settori produttivi abbiano registrato una crescita su base annua, è solo quello dell'agricoltura a vantare numeri da capogiro, almeno per quanto riguarda la storia dell'economia italiana.

I dati stono stati divulgati dalla stessa Coldiretti in occasione della giornata dedicata alla creatività Made in Italy durante la quale sono stati consegnati gli Oscar Green, premi indetti per onorare le imprese più innovative. Secondo Coldiretti, queste statistiche sono estremamente confortanti, non soltanto per la nostra economia ma soprattutto per il futuro di tutti noi.

Essere a conoscenza che una nuova generazione di operatori agricoli ma anche pescatori, allevatori e pastori si è preposta l'obbiettiva di tutelare, conservare e tramandare i beni che la terra ci offre, rappresenta un messaggio di speranza anche nelle generazioni future, affinché non ripongano le loro speranza unicamente nell'industria della meccanica e dell'elettronica.

Coldiretti è fiera di annunciare che adesso l'Italia conta il maggior numero di agricoltori rispetto agli altri Paesi della zona Euro e promuove positività dichiarando che il 57% dei giovani di oggi preferirebbero addiritttura lavorare per la terra e per i suoi semi piuttosto che per una multinazionale. Il 18% sul totale infatti ha dichiarato proprio questo, seguito da un'identica percentuale che preferirebbe la terra anche al posto fisso in una banca.

Cresce inoltre il desiderio di stare a contatto con la natura ed infatti il 68% dei giovani d'oggi affermano di partecipare con piacere alle più classiche mansioni che la terra richiede.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili