logo gnubik

Bce taglia la liquidità ad Atene

4 febbraio 2015

Rimossa la deroga che permetteva di attingere liquidità offrendo in garanzia titoli di stato

A sorpresa questa sera la Banca Centrale Europea ha rimosso la deroga che consentiva alle banche greche di approvvigionarsi di liquidità fornendo a garanzia titoli di Stato per far fronte alle richieste della cittadinanza.
La deroga era stata concessa nel 2010 in seguito alla crisi che aveva investito le banche della Grecia.

Lo ha comunicato questa sera una nota del consiglio direttivo della Bce spiegando: << che quella deroga permetteva che i titoli pubblici greci fossero usati nelle operazioni di politica monetaria dell’Eurosistema nonostante la Grecia non avesse più un rating al livello d’investimento, ma speculativo. «Al momento non è possibile presumere una conclusione positiva del processo di revisione del programma» di aiuti alla Grecia, scrive sempre la Bce in una nota, spiegando perché il consiglio direttivo abbia, di fatto, chiuso il rubinetto della liquidità alle banche greche.
L’annuncio dopo gli incontri tra il presidente della Bce Mario Draghi ed il ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis, e tra il Premier Tsipras a Bruxelles con i vertici delle Eurogruppo capitanati dal Presdente Jean Claude Juncker.
Obiettivo dell’ incontro è stato  quello di rinegoziare i 240 miliardi di euro del piano di salvataggio internazionale.
In programma domani in Germania un vertice tra  il ministro Varoufakis ed il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, la Germania preme perchè la Grecia ed il suo Premier Tsipras ritirino i loro propositi sulla rinegoziazione del debito ed il rispetto degli accordi internazionali presi prima delle elezioni del 2015.

La decisione di questa sera della B.C,E, sicuramente avrà ripercussioni domani sia sul cambio euro /dollaro previsto un ulteriori diminuzione del valore dell’euro, sia sulle apertura delle Borse europee previste in calo.

 

 

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili