logo gnubik

Giorgio Squinzi : “Torneremo leader nei rapporti con l'Iran”

26 gennaio 2016

Giorgio Squinzi ha ribadito che l'Italia deve ristabilire alleanze e cooperazione con l'Iran

Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, in occasione del  business forum Roma-Teheran, ha affermato che l'Italia deve ritornare ad una posizione di leadership, costruendo alleanze e collaborazioni con gli imprenditori iraniani. 


Nel suo discorso il presidente iraniano Rouhani, ha affermato che sul piano economico occorre intraprendere una collaborazione win-win, vincente per tutti. Egli ha inoltre assicurato che l'Iran ha delle leggi e dei regolamenti affidabili, e quindi in nessuna condizione mancherà di adempiere a suoi impegni con gli altri paesi sia nel settore pubblico che in quello privato.


Il presidente Rouhani ha affermato che il suo Paese è pronto ad  accogliere gli investitori stranieri, aggiungendo che l'Italia in tal senso ricopre un'importanza particolare, perché esiste una buona storia di collaborazione e c'è fiducia sia nell'Italia che negli italiani.


Squinzi entusiasta dell'intervento del presidente Hassan Rouhani, ha dichiarato che ci sono moltissime imprese italiane desiderano andare in Iran, aggiungendo che il suo gruppo che fornisce quantità' significative dallo stabilimento di Dubai vuole incrementare gli investimenti.


Giorgio Squinzi ha ribadito che oggi  l'Iran e' un Paese affidabile, con grandi potenzialità  col quale occorre intensificare le relazioni per renderlo ancora più' aperto, aggiungendo che da tempo il nostro Paese ha rapporti amichevoli con l'Iran. Per Squinzi, occorre investire sull'Iran in settori come le infrastrutture, la sanità, l' oil e gas, e l'agroalimentare.


Il presidente di Confindustria, ha dichiarato che occorre  tornare al livelli del passato, quando prima delle sanzioni economiche l'interscambio tra Italia e Iran era di ben 7 miliardi di euro, sottolineando che bisogna costruire un’alleanza e una collaborazione per avere benefici per la crescita. In tal senso, la Confindustria da tempo organizza delle  missioni imprenditoriali.


Il ministro Gentiloni, in merito ha dichiarato: "Parlando dell'impegno dell'Eni, in Iran, negli anni '50 del secolo scorso, Enrico Mattei ricordava: 'quando cominciammo le nostre attività in Iran eravamo dei sognatori. Quel sogno si è poi trasformato in realtà, nella realtà di un assiduo dialogo politico e di una fortissima cooperazione economica".

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili