logo gnubik

Si va su Internet anche quando si fa sesso

13 maggio 2015

Sesso e internet | chat incontri seriaAlcuni giovani under 20, per lo più donne, hanno risposto ad un questionario di 70 domande per uno studio effettuato dalla Penn State Harrisburg University e pubblicato sulla rivista Social Science Journal. I dati hanno confermato che il 35% dei giovani spediscono più di 100 messaggi al giorno, la maggior parte dei quali inviati durante i pasti e con una frequenza di controllo del telefonino di 16 volte in un ora. La maggior parte degli intervistati utilizza il telefonino per mandare sms o chattare in bagno (80%), al cinema, al lavoro e durante lo svolgimento delle lezioni (75%), nel pieno svolgimento delle funzioni religiosi (20%), chi non si ferma nemmeno ai funerali (10%) e c’è chi non resiste nel prendere lo smartphone nel corso di un amplesso (7%).

La ricerca è l’ennesima conferma di come lo smartphone sia diventato uno degli oggetti essenziali del vivere quotidiano. Non è solo una questione di poter essere sempre rintracciabili, ma è quella sensazione di poter essere al centro del mondo, di non farsi sfuggire nessuna notizia in qualsiasi momento della giornata.
Giovani, meno giovani, uomini o donne, non fa nessuna differenza. Basta un “trillo” che subito tutto si ferma, scivola lentamente in secondo piano per dare subito una sbirciatina allo smartphone. Anche se a volte ci si trova in luoghi non consoni all'uso dello smartphone; quando si sente una leggera vibrazione nella borsa o nella tasca della giacca, la curiosità di controllare cosa sia successo prende il sopravvento e così si da una rapita occhiata a Facebook, Twitter, WhatsApp o alla chat online preferita. Ormai è diventata una vera e propria dipendenza da questo piccolo dispositivo elettronico, quasi al pari di una malattia cronica di cui non esiste cura.

Non è che chattare sia un male, anzi, rimanere in contatto con conoscenti e amici o  instaurare relazioni a distanza o virtuali con gente sconosciuta può essere divertente, a patto che si frequenti una chat incontri seria, ed è sicuramente un deciso passo in avanti per le relazioni interpersonali rispetto al decennio appena trascorso.
 

Ma, a volte, sarebbe il caso di darsi qualche limite!

chat online | sesso e internetSe consideriamo che ci sono circa il 29% di donne italiane dall’irresistibile voglia di guardare il profilo di Facebook o di mandare un semplice sms durante l’atto sessuale non è proprio incoraggiante.  Anche gli uomini non sono da meno, infatti, circa uno su tre si fa attendere sotto le coperte perché impegnato al computer, al tablet o al telefonino. 

Credo proprio che il famoso "dito tra moglie e marito", al giorno d'oggi, sono proprio il tablet e lo smartphone.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili