logo gnubik

Vietato il wifi nelle scuole di Borgofranco

8 gennaio 2016

Il sindaco di Borgofranco Livio Tola ha deciso di spegnere il wifi nelle scuole

Il sindaco del comune di Borgofranco, Livio Tola ha deciso di spegnere il wifi nelle scuole della sua città, perché teme che le onde elettromagnetiche possano danneggiare la salute dei giovani.

Il sindaco Tola in una recente intervista ha dichiarato di non essere contrario  alla tecnologia, ma si tratta di una scelta basata sul principio di precauzione. Livio Tola in difesa della sua decisione ha aggiunto: "Non è un passo indietro dal punto di vista tecnologico. Non priviamo gli studenti della possibilità di connettersi. L'accesso a Internet sarà garantito nei laboratori e nelle aule".


Il sindaco del piccolo paese del Torinese, ha precisato che pur non avendo la certezza che le onde elettromagnetiche siano dannose seguendo l'esempio di altro Comuni ha deciso di adottare questo provvedimento. La decisione di togliere il wifi nelle scuole medie ed elementari di Borgofranco, in provincia di Ivrea, ha suscitato diverse polemiche, come quelle dell'esponente di minoranza Alex Tua, che ha affermato che coerentemente alla messa al bando del wifi occorre anche vietare l'uso dei telefonini.

Il vicesindaco Silvia Guglielmetto in merito alla decisione di togliere tutti i dispositivi wi-fi presenti nelle sue elementari e medie di  Borgofranco, ha dichiarato che è stato  applicato il principio di precauzione e prevenzione a fronte di possibili rischi per i bambini. La Guglielmetto ha aggiunto che il sistema wi-fi potrebbe essere pericoloso per i bambini che assorbirebbero eventuali radiazioni in misura maggiore rispetto agli adulti, scelta già adottata in molte scuole europee. Inoltre ha precisato che l’opzione cablatura, che garantisce un segnale più stabile e sicurezza, è stata scelta d’accordo con la direzione scolastica.


In merito a ciò, l'ingegnere esperto di campi magnetici Daniele Trinchero ha voluto chiarire che un’apparecchiatura wi-fi a norma ha una potenza di trasmissione che va dai 30 e i 40 milliwatt, mentre un solo cellulare ne raggiunge 300, quindi ha una potenza ben superiore.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili