logo gnubik

Scossa di magnitudo 3.2 in Umbria

Stamani in Umbria si è verificato un nuovo terremoto di magnitudo 3.2

Da qualche giorno, si stanno verificando diversi eventi sismici nel centro Italia, che stanno generando un certo allarmismo tra la popolazione. Stamattina sono state registrate nuove scosse di terremoto nell’Orvietano, al confine con l’alto Lazio in provincia di Viterbo.

Ben sette scosse di terremoto si sono susseguite all'alba, sei terremoti  hanno avuto una forza compresa tra 1,2 e 2,6, mentre il sisma di maggiore intensità si è verificato intorno alle 5.30 con magnitudo 3  ed una profondità di circa 5 chilometri, con epicentro sempre a Castel Giorgio, a Terni,  ma è stato avvertito anche nelle zone limitrofe, ossia ad Acquapendente, San Lorenzo Nuovo, Castel Viscardo, Bolsena, Grotte di Castro e Orvieto.


Giuliano Santelli, responsabile della Protezione civile di Orvieto, dopo le ultime scosse odierne, ha dichiarato che c'è molta preoccupazione tra gli abitanti, aggiungendo che  i bar del paese sono pieni e in molti hanno deciso di trasferirsi nelle auto.

Attualmente la Protezione civile, carabinieri e polizia, sta eseguendo delle verifiche per stabilire se vi sono ulteriori danni alle abitazioni. Dopo i terremoti registrati tra domenica sera e ieri,  con epicentro nei pressi di Castel Giorgio, le scuole di in diversi comuni del comprensorio sono rimaste chiuse e quattro abitazioni sono state dichiarate inagibili.


Nelle scorse ore, i sindaci di tutto il territorio umbro ed i comitati, hanno firmato un accordo per contrastare i pericolosi progetti geotermici, come quello presentato dai comuni di Castel Giorgio e Acquapendente, i due centri più colpiti dal terremoto in atto, che prevede un attività estrattiva che crea certamente eventi sismici, può inquinare le acque e provocare  seri incidenti con fuoriuscita di gas velenosi.


Pare che lo sciame sismico stia interessando proprio l’interno del campo di sfruttamento geotermico individuato sull’Alfina dai progetti presentati,  in quel bacino geotermico che la società proponente aveva definito del tutto sicuro ed esente da rischi.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili