logo gnubik

Per il Codancons i saldi invernali non faranno impennare le vendite

Per il Codacons le vendite durante i saldi invernali saranno stabili e interesseranno quasi 1 famiglia su 2

I saldi invernali che inizieranno ufficialmente in tutto il Paese il 5 gennaio, mentre sono partiti il 2 gennaio solo in Basilicata, Campania, Sicilia e Valle d'Aosta, hanno fatto registrare un avvio positivo ma le vendite rimarranno sostanzialmente stabili rispetto allo scorso anno, con una spesa che si aggirerà attorno ai 184 euro a famiglia.

In base alle stime di Confcommercio, i saldi invernali 2016 porteranno un un giro d’affari di 5,4 miliardi di euro, con una spesa media di 346 euro a famiglia. Per cui quest’anno per la Confcommercio ci sarà un incremento delle vendite  del 3%  rispetto all’anno scorso, mentre i consumatori che faranno spese saranno il 55% contro il 51% del 2015.

Secondo quanto ha affermato Carlo Rienzi, presidente del Codacons,  non si registra al momento alcuna impennata delle vendite, infatti il grande afflusso di consumatori nei negozi, nei centri commerciali e presso le vie dello shopping,  non deve indurre in errore, perché molti cittadini si limitano a girare, osservare i capi in vetrina e monitorare i prezzi.

Nonostante il  Codacons abbia rilevato dalla sua indagine un aumento delle famiglie che approfitteranno degli sconti di fine stagione, l’inizio dei saldi per loro è troppo vicino alle feste di Natale per cui i cittadini arrivano all’avvio degli sconti di fine stagione col portafogli già svuotato dalle spese natalizie.


Secondo il Codacons, i commercianti applicherebbero sin da subito sconti medi dal 20 al 40%, proponendoli direttamente ai clienti in fase di acquisto, accettando le richieste di sconti dei cittadini o inviando mail e sms ai clienti fidati. Per questo motivo il Codacons vorrebbero una revisione  totale della politica degli sconti di fine stagione, liberalizzando il settore e lasciando maggiore libertà di scelta ai commercianti.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili