logo gnubik

Pensioni: arriva il decreto Legge

Dopo l'annuncio tv di ieri su Rai 1 Matteo Renzi ed il suo Governo hanno approvato la norma sulle pensioni in risposta alla Sentenza della Corte Costituzionale.


Quest’ oggi il consiglio dei ministri guidato da Matteo Renzi ha approvato il decreto Legge per risolvere la grana dell’ indicizzazione delle pensioni venutasi a creare dopo la sentenza 70 del 2015 emessa dalla Corte Costituzionale lo scorso 30 Aprile.

Il decreto legge approvato stabilisce un bonus una tantum a 3,7 milioni di pensionati come risarcimento per la mancata indicizzazione, il bonus sarà pagato il prossimo 1 agosto e sarà diviso in 3 fasce di bonus da 750 euro, spetterà agli interessati che ricevono un assegno fino a 1700 euro lordi. A chi percepisce 2.200 euro lordi ne andranno circa 450 euro, 278 a chi prende 2700 euro. Chi percepisce oltre 3.200 euro lordi non riceverà nulla, la nuova indicizzazione partirà invece dal prossimo 1° Gennaio 2016.
Inoltre come richiesto dal Presidente Inps Boeri tutte le pensioni saranno pagate il 1° a partire dal mese di Giugno.
Le opposizioni ed i sindacati insorgono chiedendo al Governo di rimborsare tutto, ma il Premier non ci sta dicendo che  rimborsare tutti costerebbe 18 miliardi e si dovrebbe tagliare le spese a scuole,sociale e trasporti.

Ma la partita non finisce qui, siamo sicuri che dalle prossime settimane i tribunali Italiano saranno intasati dai ricorsi dei pensionati che vorranno indietro tutta la mancata indicizzazione con ottime possibilità di vittoria, causando un’ulteriore aggravio alle casse dello Stato aggiungendo anche il pagamento delle spese legali.

 

Inoltre, in conferenza stampa è stato annunciato un'intervento sulle pensioni per permettere di andare in pensione prima mediante una penalizzazione dell'importo della pensione.

 

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili