logo gnubik

Papa Francesco: sospese 2 pene di morte e incontro con Davis "anti-gay"

Il Papa continua con la sua lotta contro la pena di morte in USA. Il pontefice scrisse una lettera per ottenere l'annullamento di due condanne in Oklahoma e Virginia. Entrambe sono state rinviate.

Non sempre le richieste di sospensione  per la pena di morte provenienti dal papa vengono accolte. Pensiamo ad esempio a Kelly Gissendaner, giustiziata martedì nonostante il Pontefice fosse intervenuto in suo favore.

Migliori risultati ha ottenuto per le condanne che dovevano tenersi mercoledì e giovedì in Virginia e Oklahoma, per le quali aveva mandato una lettera nella quale chiedeva annullamento e sospensione.

Il caso di Oklahoma riguarda Richard Glossip, condannato a morte perché ritenuto colpevole della morte del proprietario di un motel, omicidio accaduto nel 1997. Mary Fallin, governatrice dello stato, ha deciso di rimandare di 37 giorni l'esecuzione così da valutare meglio i protocolli di esecuzione. C'è da dire che Glossip si è sempre reputato innocente e incastrato dal vero killer.

Per il caso invece della Virginia, è stata bloccata a tempo da definire l'esecuzione di Alfredo Prieto, serial killer condannato nel 2010 per gli omicidi di Warren Fulton e Rachel Faver nel 1988. Il giudice federale dello Stato ha bloccato l'esecuzione a tempo indeterminato, decidendo anche di rivedere l'adeguatezza del pentobarbital, un farmaco che viene usato per l'iniezione letale.

Il Papa poi, durante la sua visita agli Stati Uniti, ha incontrato anche Kim Davis, la quale in qualità di impiegata comunale a Kentucky rifiutò la licenza matrimonale ad alcune coppie gay e per questo motivo arrestata (rilasciata poi cinque giorni dopo)

Durante il viaggio del pontefice negli Stati Uniti ha ha incontrato la donna e, il portavoce del vaticano Padre Federico Lombardi non ha smentito la notizia, ma non commenta. Il Papa ha anche dichiarato: “ Non ricordo tutti i casi specifici di obiezione di coscienza, ma quello che posso dire, è che l'obiezione di coscienza è un diritto umano. E se una persona non permette ad altri di essere obiettori di coscienza, allora nega i loro diritti"

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili