logo gnubik

Mattarella: “Occorre fare piena luce sulla strage di Ustica”

27 giugno 2016

Per il capo dello Stato occorre far luce sulla strage di Ustica

Dopo trentasei anni da quella che venne definita la “strage di Ustica“,  il disastro aereo che causò la morte di 81 persone, Sergio Mattarella ha affermato che occorre fare piena luce sulla strage di Ustica rimuovendo le opacità persistenti.

In occasione del 36mo anniversario della strage del 27 giugno 1980, il presidente della Repubblica Mattarella nel suo messaggio rivolto a Daria Bonfietti, la presidente dell'Associazione dei familiari delle vittime di Ustica, ha affermato che le istituzioni nazionali e quelle estere chiamate a collaborare per cercare di gettare piena luce sulla tragedia, perche' le nostre democrazie si fondano su valori e diritti che non possono sottrarsi al criterio della verità.


Dal canto suo, il senatore di Idea Carlo Giovanardi, ha recentemente ricordato come la sentenza della Cassazione del 2006, abbia assolto i generali dell'Aeronautica da ogni addebito, ma ha anche bollato come da fantascienza l'ipotesi di un missile o di una battaglia aerea come causa dell'abbattimento del DC9 Itavia.

Giovanardi ha aggiunto che il nostro Paese non  ha ancora presentato il final report sull'incidente all'Icao, come ogni Paese civile è tenuto a fare, dopo che l'ultima autorevole perizia nel processo penale, ha dimostrato essere stata l'esplosione di una bomba nella toilette di bordo la causa dell'abbattimento. Per lui più che a scoprire la verità si continuano a sceneggiare film di fantascienza su inesistenti battaglie aeree e fantasiosi missili.

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo e presidente di Anci Sicilia ha affermato che gni cittadino italiano attende ancora oggi, a distanza di trentasei anni la verità sulla strage di Ustica. Il sindaco Orlando ha dichiarato che  mantenere ancora oggi il segreto di Stato su una delle pagine più buie della nostra storia è una grande prova, morale e civile, anche se non giudiziaria. Per lui è la prova del fatto che qualcuno,  ha molto da vergognarsi e molto da nascondere per quanto avvenne quella notte di giugno del 1980 nei cieli italiani.

In merito alla strage di Ustica, Laura Boldrini ha dichiarato che dato che vi sono ancora troppi tasselli mancanti sulla vicenda, lo Stato ha il dovere di continuare a ricercare la verità, sia per rispondere all'ansia di giustizia dei familiari delle vittime sia perchè le zone d'ombra indeboliscono la democrazia.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili