logo gnubik

Lanciato l'allarme kamikaze in spiaggia

E' scattato l'allarme dei kamikaze travestiti da venditori ambulanti

Il tabloid tedesco Bild, nelle scorse ore ha lanciato l'allarme circa la possibilità di attentati kamikaze  sulle spiagge europee, sopratutto Italia, Spagna e Francia del sud, da parte di terroristi travestiti da ambulanti.

Un alto funzionario della sicurezza tedesca, in merito a ciò  ha affermato che si potrebbe trattare di un nuova dimensione di terrore da spiaggia, luoghi che non possono essere protetti.

Per gli intelligence italiani, tale allarme non sarebbe fondato in quanto le fonti del giornale tedesco, dovrebbero essere meglio verificate anche perché se ci fosse stato un allarme di questo genere sulle spiagge italiane ci sarebbe stato un innalzamento dell’attenzione da parte delle forze dell’ordine.

La Coldiretti in merito all'allarme lanciato dai tedeschi circa di possibili attentati terroristici sulle nostre spiagge, ha affermato che tale allarme potrebbe influire sui dati positivi fatti registrare dal settore turistico, che già nel primo trimestre dell'anno ha registrato dati in aumento.

Già lo scorso anno in Tunisia si era verificato un attacco terroristico in spiaggia da parte dell'Isis, e qualche mese fa in Costa D'Avorio. Tuttavia le fonti italiane hanno smentito ogni pericoli concreto  di attentati in spiaggia da parte di terroristi travestiti da comuni venditori ambulanti

Lo stesso ministro Alfano ha dichiarato di non lanciare allarmismi che hanno solo l'effetto di danneggiare il turismo. Il ministro dell'Interno ha poi aggiunto: "Stiamo lavorando molto sulla prevenzione  con intercettazioni, controlli su persone, veicoli e navi, ed espulsione di elementi radicalizzati. Fin qui la prevenzione ha funzionato ma nessun Paese è a rischio zero".


Dal canto suo, il procuratore Adelchi D'ippolito,  smentendo l'allarme spiagge per la prossima estate, ha affermato che sebbene non esistano zone a rischio zero non esistono e che il terrorismo jihadista può colpire ovunque, esclude ogni  rischio per le spiagge nel periodo estivo. Sebbene per D'ippolito si tratterebbe di un allarme infondato, ha precisato che i controlli durante la stagione estiva saranno comunque intensificati.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili