logo gnubik

In arrivo la segnalazione certificata di agibilità

Dal 2017 la segnalazione certificata di agibilità sostituirà il certificato di agibilità

A partire dal 2017 la segnalazione certificata di agibilità prenderà il posto del certificato di agibilità. Con l'eliminazione del certificato di agibilità, verrà  riscritta tutta la procedura per l’agibilità, per cui muta  l’intera procedura per ottenere il nulla osta e le tipologie di controlli.

Il certificato di agibilità, requisito indispensabile per abitare un immobile, va richiesto al Comune di residenza in caso di una nuova costruzione, se si  realizza un ampliamento, una ristrutturazione o un cambio d'uso di un immobile.

Attualmente vi sono due normative che disciplinano il documento di rilascio dell'agibilità, sono gli artt. 24-26 del testo Unico dell’Edilizia e la legge 241/1990 sul procedimento amministrativo, nella parte relativa alla nomina del responsabile del procedimento.

Con la nuova procedura si vuole mettere in rilievo il collaudo statico e il controllo ispettivo sull’opera realizzata. Per cui spetterà o al direttore lavori o ad un professionista abilitato,  il compito di attestare la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene e salubrità e risparmio energetico degli edifici e degli impianti, valutate secondo quanto dispone la nuova normativa.

In base al  decreto legge n. 69/2013, è stata introdotta la possibilità di ottenere il certificato di agibilità degli edifici con un'autocertificazione del direttore dei Lavori o di un altro tecnico incaricato, che attestino la sussistenza dei requisiti richiesti. Attualmente la procedura relativa all’agibilità degli edifici cambia da una regione ed un altra, per cui con le nuove norme che dovrebbero essere introdotte dal prossimo anno, si giungerà ad una procedura valida per tutti.

Per quanto riguarda l'agibilità dei plessi scolastici italiani,reecentemente è emerso che nel nostro Paese, circa sei scuole su dieci risultano essere prive di tale certificazione, quindi se ne deduce che vi sono molte scuole che andrebbero chiuse in quanto non agibili e poco sicure per gli alunni ed il personale scolastico.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili