logo gnubik

I Greci scelgono il "No"

Nuovo accordo con i creditori o sarà addio all' Euro

Quando lo spoglio non è ancora concluso è ormai certa la vittoria del No al referendum svoltosi oggi in Grecia, per scegliere se il Governo di Alexis Tsipras  dovesse o meno siglare gli accordi con l' Unione Europea.

Grazie al risultato intorno al  60% il "No" e 40% per "Si" esce rinforzato il Governo di Atene che potrà ritrattare al meglio le condizioni per nuovi accordi con i creditori internazionali.

 

Il voto è stato possibile dalle 7 di questa mattina fino alle 19 l'affluenza è stata intorno al 65% ed a vincere a differenza dei sondaggi che davano un testa a testa è stato il "no" con più di 10 punti.

Con la vittoria del "no" il Governo non firmerà l'accordo con Bruxelles ma grazie al voto cercherà migliori condizioni.

 Il governo greco ha assicurato di non avere  intenzione di emettere una moneta parallela. Lo ha assicurato il capo dei negoziatori greci Euclides Tsakalotos «Non penso che ci cacceranno via» dall’Euro, «siamo pronti a incontrarli già da stasera», ha aggiunto riferendosi ai creditori. Ma per la banca d’affari Jp Morgan l’uscita della Grecia dall’euro è adesso lo scenario base. Lo riporta Bloomberg. La banca Usa vede un’alta probabilità di uscita della Grecia dall’euro. Una Grexit, aggiunge, sarebbe «caotica».

La Grecia «farà tutti gli sforzi possibili per arrivare presto ad un accordo» con i creditori, «anche nelle prossime 48 ore», sono le prime dichiarazioni del portavoce del governo Sakellaridis alla Tv greca. Intanto il premier greco, Alexis Tsipras alle 19 si è recato a Palazzo Massimo, la sede del governo, per seguire gli esiti del referendum.

 

Con la vittoria del "No" da domani verrà ridotta la somma prelevabile nelle banche è non si esclude che già da domani possano finire le scorte, se ci sarà un accordo la Bce rifornirà di denaro le banche è la Grecia potrà restituire le rate di prestito scadute, altrimenti senza accordo si avrà il default, è Atene sarà costretta ad uscire dall'Euro ed riadottare la Dracma come moneta.

Si prevedono domani borse in discesa e spread in rialzo.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili