logo gnubik

Gli italiani si informano sia sui libri che su internet

11 febbraio 2016

Da un indagine Censis è emerso che per la ricerca delle informazioni gli italiani si affidano sia al web che ai libri

Dall'indagine intitolata “La trasmissione della cultura nell’era digitale.Una inchiesta sul sapere”, realizzata dal Censis con l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, è emerso che gli italiani pee ottenere informazioni ricorrono ai libri o internet sulla base dell'argomento ricercato.

Dalla ricerca  si evince che nell'ambito della cultura, i libri restano la prima scelta in materia di letteratura, storia o geografia.


Lo studio Censis, che mira a capire gli effetti della rivoluzione digitale sulle forme di apprendimento ed i meccanismi di produzione e trasmissione del sapere,  rivela che ben 8 italiani su 10 leggono romanzi, racconti o poesie sui libri, 7 su 10 i saggi e poco meno i testi scolastici e universitari.


Tutti gli italiani intervistati hanno fiducia nelle enciclopedie e ritengono che i libri siano la fonte più attendibile per cercare le informazioni. Circa 8 italiani su 10 ritengono poco affidabili i social network, mentre 7 italiani su 10 trovano insufficienti o frammentare le informazioni disponibili in rete e per tale motivo ricorrono ai libri tradizionali.

Dalla ricerca Censis si evince che nell'ambito della cultura, i libri restano la prima scelta in materia di letteratura, storia o geografia. Tuttavia di riscontra un rapporto di parità tra libri e siti internet, in materia di studi economici, scienze sociali e diritto. Internet è invece il mezzo più usato per quanto concerne il campo delle scienze naturali, della fisica, della matematica e sopratutto nel campo della tecnologia e dell’informatica.


Dai dati raccolti, per  22,2% degli italiani, la figura che meglio rappresenta la cultura è rappresentata dalla scienziato, per il 19,3% dall'intellettuale, per il 15,7% dal filosofo ed per il 14,9% dagli insegnanti. Per quanto riguarda i  luoghi simbolo della conservazione e della trasmissione del sapere, dalle interviste è stato rilevato che per il 27,6% è rappresentato da internet,  per il 26,1% dalla biblioteca e per il 25,8% dall’università.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili