logo gnubik

Crollo termico e temporali per il 25 aprile

21 aprile 2016

Il ciclone “Medusa” porterà un ondata di maltempo su tutto il paese

A partire dal prossimo week-end, il tempo mite che ha caratterizzato le ultime settimane, cederà il posto ad una nuova ondata di maltempo, il  ciclone “Medusa” carico di piogge e temporali.

L'alta pressione si ritirerà ed al suo posto discenderà l'aria artica nordeuropea che a partire da sabato prossimo porterà piogge diffuse su Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Lombardia, Marche e Campania.

Gli esperti hanno reso noto che le condizioni meteorologiche muteranno a partire da oggi, con la graduale discesa delle temperature, annuvolamenti e freddo artico. Si prevedono nevicate su Alpi ed Appennino, fin sotto i 1500/ 1000 metri, senza escludere qualche nevicata verso le quote collinari.Le zone più colpite dall'ondata ciclonica di fine aprile, saranno regioni tirreniche e gran parte del Nord, e nella giornata della Festa della Liberazione il maltempo interesserà principalmente le regioni del Centro-Sud.

Nella giornata di domenica, il ciclone Medusa farà abbassare le temperature di almeno 6/7 gradi rispetto ai giorni precedenti, ma il calo termico maggiore si verificherà sulle regioni centrali e meridionali con cali fino a 10 gradi. La maggior parte delle regioni della penisola, per il prossimo ponte del 25 aprile saranno quindi attraversate da piogge, temporali, vento freddo e neve a bassa quota.

Secondo quanto ha dichiarato il direttore de iLMeteo.it Antonio Sanò, il ciclone di aria fredda proveniente dal Nord Europa, sarà seguito da aria più fresca che porterà un calo deciso delle temperature che rientreranno nei valori medi del mese, dopo essere state sopra la norma di 4/5°. A partire da lunedì 25 aprile, il ciclone si allontanerà verso la Penisola Balcanica con piogge al Centro-Sud, mentre al Nord tornerà a splendere il sole.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili