logo gnubik

Blitz antimafia contro i giochi on-line e videolottery illegale

Blitz contro un'organizzazione che gestiva illecitamente dei giochi online e delle videolottery

Alcuni agenti dello Scico della Guardia di Finanza e dello Sco della Polizia, nell'ambito dell' operazione, denominata The imitation game,  hanno arrestato 11 uomini appartenenti ad un organizzazione che gestiva illecitamente  delle attività di videolottery e gioco on line in Italia e all’estero.

Tra le persone finite in manette vi è pure  un presunto boss della 'ndrangheta e un imprenditore del settore giochi online.


L’operazione condotta a Roma dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia, coordinate dal procuratore aggiunto dalla Direzione distrettuale antimafia della Capitale Michele Prestipino, ha portato oltre le undici ordinanza di custodia cautelare anche al sequestro di beni mobili e immobili per un valore di decine di milioni di euro.

Il colonnello della Guardia di Finanza, Alessandro Cavalli, ha dichiarato in merito al blitz  dei giochi online e delle videolottery, che tale organizzazione fa capo a un imprenditore del settore che ha stretto un sodalizio con esponenti di 'ndrangheta e camorra creando alcuni server appoggiandosi a sedi estere.


Per gli inquirenti quello della videolottery, era un giro d'affari che portava guadagni fino ad oltre un milione e mezzo di euro al giorno, che serviva a finanziare le cosche della 'Ndrangheta.  Secondo le ultime indisc rezioni, tra gli arrestati della maxi operazione sul gioco on line, vi sono l'imprenditore Luigi Tancredi di 50 anni, Antonio Boi di 36 anni, Itria Caschetto di 30 anni,  Alessandro Ciliberto di 38 anno, Stefano De Dominicis di 49 anni, Biagino Di Manno di 42, anni Nicola Femia alias Rocco di 54 anni, Salvatore Ferrara alias Sasà di 44 anni, Agnello Gargiulo di 46 anni,  Emiliano Giorgi di 37 anni e Davide Verduci di 37 anni.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili