logo gnubik

Avviata l'inchiesta dei Panama Papers

4 aprile 2016

Sono numerosi gli italiani coinvolti nel cosiddetto caso dei “Panama Papers”

Recentemente il governo panamense, ha reso noto i documenti relativi a ben  214 mila società di comodo basate a Panama presso lo studio legale Mossack Fonseca, emersi da un'inchiesta dell'Icij o Consorzio internazionale dei giornalisti d'inchiesta.

Il governo di Panama, ha reso noto la sua intenzione di cooperare con forza con la giustizia nel caso dei dei paradisi fiscali venuta alla luce di recente. A tal riguardo, in un recente comunicato è stato ribadito che la città di Panama ha assicurato ogni assistenza necessaria in caso di apertura di procedimenti giudiziari legati alla rete della Mossack Fonseca, la società di gestione di conti offshore.


Da tali dossier, costituiti da ben 11,5 milioni di file segreti pari a  2,6 terabyte, tra e-mail, PDF e file relativi al periodo compreso tra il 1970  ed il 2016, contengono informazioni su leader attuali ed ex, che avrebbero riciclato miliardi di dollari, evaso tasse ed evitato pesanti sanzioni.

Sono circa 140 gli uomini potenti, tra politici, personaggi famosi, imprenditori sportivi, re, presidenti e primi ministri, che figurano in tali documenti. Tra i personaggi di spicco coinvolti nella vicenda, sono apparsi anche i nomi di alcuni parenti del presidente cinese Xi Jinping e di altri dirigenti cinesi, un amico del presidente russo Vladimir Putin, il padre del premier inglese David Cameron,  il re Saudita Salman, il presidente argentino Mauricio Macrì, il presidente azero Aliyev ed i parenti del premier pachistano Nawaz Sharif.

Per quanto riguarda gli italiani coinvolti nell'inchiesta su Panama, circa 800, vi sono il presidente di Alitalia, il vicepresidente di Unicredit Luca di Montezemolo, ed i due grandi istituti di credito italiani  Unicredit e Ubi. Leo Messi,  celebre calciatore presente nei Panama Papers, ha dichiarato in sua difesa: "Io non guardo quello che firmo. Firmo quello che dice mio padre di firmare, non guardo né mi concentro né chiedo".

Elisa Bacciotti, direttrice di Oxfam Italia, ha dichiarato che dopo gli scandali Luxleaks e Swissleaks, l’inchiesta Panama Paper, che sta coinvolgendo trasversalmente nomi eccellenti del mondo della politica, bancario, finanziario, imprenditoriale, dello sport e dello spettacolo, getta nuova luce su pratiche elusive e sulla pervasività degli abusi fiscali a livello globale e nel nostro Paese.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili