logo gnubik

AstroSamantha di ritorno dallo spazio

Previsto per oggi il ritorno sulla Terra per l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti

Oggi pomeriggio #astroSamantha (così conosciuta dai follower e gli ammiratori su Twitter) tornerà con i piedi per terra. È previsto infatti in data odierna l’atterraggio della capsula di rientro Soyuz, che atterrerà in Kazakistan. Assieme a lei i colleghi Shklaperov e Virts; il viaggio di ritorno verso le desolate lande asiatiche durerà all’incirca tre ore e mezza.

6 mesi passati a fluttuare sopra il mondo. Così si potrebbe definire l’esperienza della Cristoforetti, che non ha mai mancato di rendere partecipi i propri fan, diventati numerosi proprio nel corso dell’ultimo semestre. Spesso, come Luca Parmitano prima di lei, astroSamantha  ha reso partecipe il pubblico dei social con la pubblicazione costante di foto e stati, finendo per diventare la prima donna astronauta per presenza e frequenza dei social network. Evidentemente lassù hanno un’ottima connessione!

Record. Ma l’esperienza di Samantha, oltre a configurarsi come fenomeno sociale durante tutti questi mesi passati ad osservare da lontano il globo azzurro su cui noi intanto proseguivamo con la nostra routine, entra nei guinness anche per ben altri record: la prima donna astronauta le cui fasi preparatorie erano state seguite interamente dalle telecamere; prima astronauta donna italiana ad andare nello spazio (59ª a livello mondiale).

Samantha detiene anche il record di giorni cumulativi di permanenza nello spazio per gli astronauti italiani (con 199 giorni contro i 174 di Nespoli), e si attesta come prima donna astronauta a livello mondiale per numero di giorni consecutivi di permanenza (battendo il precedente di 194 giorni di Sunita Williams). L’astronauta italiana ha potuto allungare tali record grazie anche al mancato rientro dello scorso 14 maggio, dovuto all’incidente del cargo Progress M-27M e ad un problema ad un razzo della Soyuz, per cui era stata obbligata a posticipare il suo commiato nello spazio.

Oggi quindi astro Samantha tornerà sulla Terra, ma almeno una parte di lei continuerà a rimanere in orbita per molto più tempo, ovvero il suo nome, con il quale l’Unione Astronomica Internazionale ha battezzato formalmente un asteroide.

 

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili