logo gnubik

A Pompei riaprono al pubblico 6 domus restaurate

A Pompei riaprono cinque domus e una bottega artigiana

Stamani il premier Matteo Renzi è giunto a Pompei, con il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, il soprintendente di Pompei Massimo Osanna e il direttore generale Giovanni Nistri,  per inaugurare cinque domus e una bottega restaurate con il Grande Progetto Pompei.


Il premier Renzi, nel giorno delle cerimonia augurale dei sei edifici restaurati, farò il ha bilancio del Grande progetto Pompei che si concluderà 31 dicembre, ma continuerà secondo quanto stabilito dai fondi europei Fesr 2014-2020, necessari per completare la messa in sicurezza del sito.


I 6 edifici nell'area archeologica pompeiana, restaurati grazie al finanziato dell' Unione europea e del governo per un costo di 105 milioni di euro, sono: la Fullonica di Stephanus, la Casa del Criptoportico, la Casa di Paquius Proculus, la Casa del Sacerdos Amandus, la Casa di Fabius Amandio e la Casa dell’Efebo.

A partire dal 26 dicembre e fino al 10 gennaio, sono previsti due percorsi per guidare i turisti alla scoperta degli edifici appena  restaurati. Nello specifico, il primo percorso intitolato “Di domus in domus” prevede la visita nella  "tintoria" Fullonica di Stephanus,  agli ambienti termali della Casa del Criptoportico, alla Casa di Paquius Proculus con le sue scritte elettorali, alla Casa del Sacerdos Amandus con le pitture del triclinio, alla Casa di Fabius Amandio tipica abitazione  del ceto medio e infine nella lussuosa dimora dei mercanti o Casa dell’Efebo. Mentre il secondo percorso intitolato "Memorie e suggestioni - viaggio dal 79 d.C. ad oggi”, prevede la visita  all’Anfiteatro, alla Piramide e la Palestra Grande.

Di recente in merito al lavoro di recupero e manutenzione dell'area pompeiana, alcuni studiosi ed esperti hanno dichiarato che senza una manutenzione capillare e continua di quanto recuperato, in pochi anni tutto il lavoro svolto rischia di andare in malora. In tal senso, il soprintendente speciale dell'area archeologica di Pompei Massimo Osanna ha assicurato che entro il 2016 tutta l'area verrà messa in sicurezza.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili