logo gnubik

A breve un albo per i pizzaioli

21 giugno 2016

Approda in Senato il ddl per istituire un albo dei pizzaioli

Di recente, il senatore Bartolomeo Amidei, primo firmatario del ddl, e Paola Pelino relatrice del provvedimento in Commissione Industria, hanno presentato il disegno di legge per istituire un albo nazionale per i pizzaioli.

Amidei ha dichiarato che può sembrare strano che un senatore veneto sia promotore di un disegno di legge per disciplinare l'attività dei pizzaioli, ma per lui un prodotto internazionale come la pizza non ha confini per chi vuole valorizzarla e nello stesso tempo riconoscere la professionalità di quelli che sono dei veri e propri artisti dell'alimento simbolo del made in Italy.

Dopo la candidatura della pizza nel patrimonio dell’Umanità nel 2017, il senatore Amidei vuole sanare un vuoto legislativo, facendo riconoscre la qualifica di pizzaiolo e dall'altro istituendo un apposito albo nazionale dei pizzaioli professionisti. 

Recentemente, Evandro Taddei, recordman per la pizza più piccola del mondo, ha  dichiarato che la candidatura italiana all'Unesco per vedere riconosciuta la pizza patrimonio dell'umanità e con essa l'arte dei pizzaiuoli come rappresentanza dell'Italia in tutto il mondo procedono di pari passo.
Per Taddei,  istituire ufficialmente la categoria dei pizzaioli significa difendere il più conosciuto ed apprezzato prodotto alimentare al mondo ma pure i consumatori che sono più di quattro milioni al giorno. 

In merito alla proposta di legge sull'arte dei pizzaioli, il Dott. Cav. Alfredo Folliero, noto maestro pizzaiolo di Anzio, presidente dell'associazione Unione Pizzaiuoli Tradizionali e Ristoratori, ha affermato in una recente intervista che la professione del pizzaiuolo è un fantasma, non vi è alcun riconoscimento statale, pertanto il disegno di legge che mira a di far riconoscere la professione e la qualifica di pizzaiolo, secondo lui è un passo importante per la figura professionale del pizzaiuolo.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili