logo gnubik

La procura di Roma archivia il caso Orlandi-Gregori

20 ottobre 2015

La magistratura di Roma ha archiviato definitivamente i casi di scomparsa di Emanuela Orlandi e di Mirella Gregori.

Oggi il gip Giovanni Giorgianni su richiesta del procuratore Giuseppe Pignatone e dei pm Simona Maisto ed Ilaria Calò, ha firmato l'archiviazione del caso di Emanuela Orlandi e di Mirella Gregori, le due ragazze romane scomparse rispettivamente il 22 giugno ed il 7 maggio 1983. La famiglia Orlandi ed in particolare Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela, si è sempre opposto all'archiviazione del caso chiedendo più volte di proseguire le indagine sulla misteriosa scomparsa della sorella allora adolescente.

Nel procedimento sul caso Orlandi, risultavano indagate per i reati di sequestro di persona e omicidio diverse persone: Sergio Virtù, autista di De Pedis, Angelo Cassani, detto 'Ciletto', Gianfranco Cerboni, detto 'Gigetto', entrambi collaboratori del boss della Magliana, monsignor Vergari e  Sabrina Minardi. Era stata la Procura a  sollecitare l'archiviazione del caso Orlandi- Gregori, perché  da "tutte le piste seguite e maturate sulla base di dichiarazioni di collaboratori di giustizia e di numerosi testimoni, di risultanze di inchieste giornalistiche e anche di spunti offerti da scritti anonimi e fonti fiduciarie non sono emersi elementi idonei a richiedere il rinvio a giudizio di alcuno degli indagati".

Il capo della Procura ha dichiarato: “All'esito delle indagini che hanno approfondito tutte le ipotesi investigative man mano prospettatesi (sulla base di dichiarazioni di collaboratori di giustizia e di numerosi testimoni, delle risultanze di inchieste giornalistiche e anche di spunti offerti da scritti anonimi e fonti fiduciarie) non sono emersi elementi idonei a richiedere il rinvio a giudizio di alcuno degli indagati. La richiesta di archiviazione del caso Orlandi "conclude indagini estremamente complesse e approfondite condotte dalla Squadra Mobile di Roma e direttamente dai magistrati di questo Ufficio nei confronti di diversi indagati, protrattesi per moltissimi anni dopo una prima fase definita con sentenza di proscioglimento degli imputati emessa dal giudice istruttore di Roma il 19 dicembre 1997".

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili