logo gnubik

Al via la XXI Conferenza Onu sul clima

30 novembre 2015

Oggi a Parigi si apre la XXI Conferenza Onu sul clima

Dopo gli scontri di ieri a Place de la Republique tra i manifestanti ambientalisti e la polizia francese, che ha portato al fermo di oltre 300 persone, oggi si apre ufficialmente la conferenza Cop21, che si concluderà il prossimo 11 dicembre. I principali leader mondiali, tra cui Matteo Renzi saranno accolti dal presidente Hollande, il segretario generale delle Nazioni Unite Ban ki-Moon ed il ministro dell'Ambiente francese Ségolène Royal,  nella zona di Le Bourget per la XXI Conferenza Onu sul clima, al fine di trovare un accordo per ridurre il riscaldamento climatico ed evitare una catastrofe ambientale.


All'apertura della 21esima Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite che durerà 12 giorni, sarà  osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli attentati del 13 novembre a Parigi. In tale occasione la comunità internazionale ha come obiettivo quello di limitare il riscaldamento globale a 2 gradi rispetto ai livelli dell'era pre-industriale. Nonostante alcuni Paesi abbiano di recente presentato degli impegni per ridurre le emissioni di gas a effetto serra occorre impegnarsi molto di più per combattere il riscaldamento globale.


Al centro della Cop21, che ha come obiettivo quello di trovare un accordo globale sul clima, vi sarà il tema della  resistenza ai cambiamenti climatici, la "Missione innovazione" per raddoppiare gli investimenti in ricerca sull'energia pulita, l'alleanza sul solare e il  carbon pricing. Alla conferenza Onu sul clima, parteciperanno anche il commissario Ue all’azione per il clima e l’energia Miguel Arias Cañete ed il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker. Quest'ultimo in merito alla conferenza sui cambiamenti climatici ha dichiarato l'impegno dell'Ue in favore del clima, per mantenere  l’aumento della temperatura globale al di sotto di 2º C, tramite azioni concrete che contrastino efficacemente i cambiamenti climatici.

Laura Boldrini ha definito la conferenza sul clima,  un summit che può garantire la pace tra i popoli del pianeta, una sfida decisiva a cui politica e istituzioni sono chiamati. Secondo quanto ha affermato la presidente della Camera, se non si interviene subito sul cambiamento climatico nel 2030 ci saranno 100 milioni di poveri in più.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili