logo gnubik

Emergenza incendi in Sicilia

17 giugno 2016

Decine di roghi stanno devastando tutta l'Isola

I vasti roghi che da ieri stanno devastando tutta la zona orientale e la fascia tirrenica della Sicilia, non sono stati tutti domati per via del forte caldo e delle intense raffiche di scirocco.

Risultano ancora attivi gli incendi a Cefalù, Terrasini, Monreale, San Martino dello Scale e Monte Pellegrino, ma anche sui Nebrodi, nell'Agrigentino e nel Ragusano.

Attualmente sei Canadair, sono attivi in diverse zone dell'isola per supportare i vigili del fuoco e le forestali impegnate nelle operazioni di spegnimento. Dato che l'autocombustione non è ritenuta una causa attendibile dei roghi sviluppatosi in Sicilia, da qualche ora si pensa alla pista dolosa, a tal proposito le Procure di Palermo e Termini Imerese, sono a lavoro per delineare al più  presto il quadro dei fatti e verificare la natura di fenomeni incendiari.

Leandro Janni, presidente di Italia Nostra, ha affermato che quello dei roghi estivi non è affatto nuovo nell’Isola, perchè negli ultimi anni è una costante. Egli ha dichiarato che si tratta di un attacco di tipo militare al paesaggio, al territorio siciliano, aggiungendo che gli incendi, i in gran parte di carattere doloso,  possono essere considerati un vero e proprio crimine a danno del patrimonio comune.


In merito ai roghi in atto in Sicilia, Giambattista Coltraro, capogruppo all’Ars di Sicilia democratica,ha dichiarato che non si può giungere impreparati davanti ad eventi così frequenti sul nostro territorio nel periodo estivo, ma occorrono più risorse e più mezzi. Egli ha aggiunto di voler presentare un’interpellanza all’assessorato all’agricoltura, perchè si proceda alla strategica prevenzione dei roghi, ma soprattutto all’apporto di personale e mezzi sufficienti a coprire il fabbisogno di un’isola troppo spesso vittima del fuoco.

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, che oggi presente alla riunione tecnica a Palermo sull'emergenza incendi in Sicilia, ha dichiarato che la priorita’ e’ quella di mettere in sicurezza la gente e le abitazioni, aggiungendo che le Prefetture siciliane, i Vigili del Fuoco, sotto il coordinamento del Centro operativo nazionale del Viminale, la Protezione Civile e tutte le Forze di Polizia sono impegnati per fronteggiare l’emergenza incendi che stanno divampando in Sicilia.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili